il Ristorante

 

 




AQUADULCIS

Il ristorante di TenutaCobellis


La verità, in questa terra, dove la vita scorre ancora dolcemente senza troppi affanni, ha la forma di una foglia di ulivo.

Si tratta di una verità antica, custodita in quella particolare idea di paesaggio immaginario, di ventre unicofatto di lucidi ombre e di colori, che ogni buon cilentano ha ben chiara nella propria memoria e nel suo DNA.

Una verità sulla quale poggia tutto il peso del pensiero occidentale contemporaneo, visto che proprio da queste parti, nell’antica città di Velia (divenuta poi l’attuale Ascea), Parmenide di Elea si interrogò sul senso dell’essere o non essere, dando cosi inizio alla Storia della Filosofia con il suo poema Perí Physeos (sulla Natura). 

“E’, e non è possibile che non sia”. 

“Non è, ed è necessario che non sia”.

Così, da allora, Presenza ed Assenzail Vuoto e il Pieno, l’Ombra e la Luce delle foglie d’ulivo, sono diventate il paradigma di questo meraviglioso paesaggio, dove l’ombra non è soltanto la proiezione di una forma che si rivela, e dove la foglia intesa come tale, non è soltanto luce e colore di questo territorio, ma anche leggerezza, elevazione e poesia dello stesso.

Insomma, quì, più che in ogni altro luogo, tutto ciò che si vede, è.



A catturare questa particolare luce e l’essenza magica che regna questa parte di Cilento, ci riesce il Ristorante Aquadulcis, il nuovo progetto di ristorazione voluto da TenutaCobellis che, alle proprie materie prime, come l’olio, i vini e quant’altro viene coltivato e prodotto in Azienda, aggiunge quel senso di verità, capace di stupire persino gli stessi abitanti del luogo, proiettandoli di colpo difronte alla loro stessa immagine, o addirittura, oltre la loro stessa idea, ben radicata, di cilentanità.

Infatti, attraverso un fitto ed esaustivo dialogo tra l’esterno e gli interni, il Ristorante Aquadulcis si fa protagonista di una tradizione in continua evoluzione, in continuo movimento, che è sicuramente accettazione del passato, ma anche moderna contaminazione del presente, della propria diversità e della propria identità

Insomma, quello di Aquadulcis è uno sguardo attento alla ricerca e alla sperimentazione, che arriva da uno spazio circondato da un piccolo universo di rara suggestione, dove la sapienza dell’uomo s’inchina all’essenza e alla verità multitonale della natura.



Dal momento che non esiste evoluzione senza ossequio per la tradizione, il Ristorante Aquadulcis è ospitato all’interno di un antico frantoio ad acqua rimasto per secoli abbandonato a se stesso sul bordo di un torrente, che da sempre scorre accanto alla piccola cittadina di Massa di Vallo della Lucania (Salerno).

Quì, tra nuance primordiali e i tratti di un recupero davvero sartoriale, si respira l’orgoglio di aver restituito al presente una struttura del passato, ricavandone uno spazio in perfetta sintonia con il paesaggio in cui è immerso. 



La cucina del Ristorante Aquadulcis è affidata alle mani capaci e sensibili del giovane chef Vincenzo Cucolo,  coadiuvato ai fornelli dalla bella, attenta e altrettanto capace Cecilia Cargini.



Inutile dire che i piatti pensati da Vincenzo Cucolo per il Ristorante Aquadulcis restituiscono tutto il fascino, i profumi e i colori di questa terra. 

Infatti, il suo, sembra addirittura un Cilento senza più strade impervie, fatto invece di soli tramonti mozzafiato che accarezzano immense distese di ulivi secolari, dove un sincero e tenero dialogo con la natura, tiene assieme le due anime più esuberanti e generose di questo territorio: l’entroterra e l’entromare.


 


Quello del bravo Vincenzo Cucolo è uno sguardo gettato dall’alto, sospeso nel vuoto, libero da pregiudizi e da tradizionalismi che rendono (molto spesso…), la cucina di questa meravigliosa terra comprensibile ai soli nativi del luogo.

Un punto di vista, questo, persino sottolineato dal pavimento interamente in vetro su cui poggia l’intera sala ristorante del primo piano, dalla quale è possibile osservare, in ogni istante, la “piccola” brigata di cucina al lavoro.



Anche per questa ragione, quì, più che in ogni altro luogo, tutto ciò che si vede, è.




Ristorante

Aquadulcis 

Contrada Tenda

Massa di Vallo della Lucania (Sa)

Tel. 345 297 3811