Home

L’Azienda

Nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, tra l’argento degli alberi d’olivo, la presenza arborea della macchia mediterranea e il verde rigoglioso dei filari di viti, si estende l’Azienda agricola TenutaCobellis. Le dolci prospettive collinari disegnano un territorio di circa 300 Ha che si divide nelle cinque sottotenute: Russi, Ogliastriello, Prevetelupo, Starze e Ruine.

continua –

Olivicoltura

 

Olivicoltura

L’olio Extravergine di Oliva DOP Cilento di TenutaCobellis

L’olivicoltura nel Cilento ha radici antiche: già nel IV sec. a.C. i focesi introducevano la varietà Pisciottana resistente ai venti salmastri e ai terreni argillosi del Cilento.  Dopodiché, la presenza dei monaci greci basiliani ha rafforzato questa coltura, disegnando i terrazzamenti e l’irrigimentazione delle acque con strutture realizzate in pietra, ancora oggi ben visibili sul territorio. Si tratta di antichi manufatti, che a tutt’oggi assicurano a questo storico paesaggio, una solida azione di difesa e di tutela.

Le antiche macine in pietra per la molitura delle olive

La qualità dell’olio extravergine prodotta da queste particolari piante d’ulivo, è stata più volte elogiata dallo storico nutrizionista americano Ancel Keys, che proprio in questa terra visse gran parte della sua vita, dando seguito agli studi che lo condussero alla formulazione della ormai famosissima dieta mediterranea, dichiarata nel 2010 dall’Unesco, Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

L’alta qualità e le straordinari caratteristiche di Rùine, l’olio extravergine di Oliva DOP Cilento di TenutaCobellis, si devono essenzialmente all’incontaminata natura del luogo e alle particolari varietà di piante locali utilizzate nella coltura, su tutte, la Pisciottana e la Frantoiana.

“Ulivi, sempre ulivi! In mezzo solo ulivi, come pecore a frotta.”

(Annali Cilentani, Giuseppe Ungaretti)


Quest’olio, ricchissimo di antiossidanti dovuti alla perfetta integrazione degli ulivi con l’ambiente collinare del Parco, cattura e conserva sia i caldi sapori solari che gli intensi profumi della verde biodiversità locale.

Dopo una frangitura a freddo eseguita con le più moderne tecniche d’estrazione, l’olio extravergine TenutaCobellis si presenta di colore giallo paglierino con buona vivacità e intensità, spesso limpido e a volte velato. Al palato rivela un gusto tenue e delicato di oliva fresca, dolce, con piacevoli note appena percettibili di amaro piccante. Il suo gusto ed il suo profumo si esaltano nella cucina fredda e si intensificano gradevolmente a caldo nelle zuppe, sopratutto quando queste sono a base di legumi.

 

Vigneti

Vigneti

Un vitigno autoctono, l’Aglianico Cilentano di TenutaCobellis

Molteplici sono le teorie sulle origini dell’Aglianico, alcuni accreditano quella che sia stato portato qui dai Greci, Aglianico = Ellenico; altri sostengono che provenga da incroci ripetuti nei secoli fra una pianta madre e alcuni vitigni locali, autoctoni, e tipici dell’areale dove viene allevato.

Quello che accredita quest’ultima opinione è il fatto che sia coltivato in un’unica fascia, il 41° Parallelo, che attraversa tutte le zone vulcaniche del Sud Italia, escluse le isole, e comprende una parte di Campania, Basilicata, Molise e Puglia.  La varietà è sempre la stessa ma cambia totalmente le proprie peculiarità al variare del territorio, del clima e dell’esposizione, tanto da raggiungere espressività completamente diverse. L’Aglianico ha la capacità d’interpretare magnificamente questi luoghi, fra i più antichi d’Italia, così differenti fra loro che sono stati e restano la sua terra d’elezione.

Questo vitigno predilige zone molto soleggiate, luminose e ventose, con una forte escursione termica come quella che si verifica in alcune particolari zone del Cilento, comprese le tenute denominate Russi e Starze di TenutaCobellis. Inoltre, l’Aglianico ha la particolarità di essere l’ultimo vitigno ad essere vendemmiato al Sud.

Giunto a perfetta maturazione, l’Aglianico Cilentano di TenutaCobellis viene raccolto a mano e riposto in piccole cassette che immediatamente vengono indirizzate presso la cantina aziendale, dove queste uve vengono subito lavorate.

Nel caso dell’Aglianico Vigna dei Russi Riserva, il vino di punta di TenutaCobellis, le uve vengono prima diraspate, pigiate e poi messe a macerare per 21 giorni in vasche d’acciaio termocondizionate. Prima di essere messo in vendita, a questa lavorazione segue un passaggio di 18 mesi in barriques di rovere francese nuovo; quindi altri 3-4 mesi in vasche d’acciaio e ancora 6 mesi in bottiglia.

L’Aglianico Vigna dei Russi Riserva di TenutaCobellis si presenta con un colore rosso rubino molto concentrato, quasi impenetrabile. Al naso esprime complesse note floreali e di frutta matura, con sfumature balsamiche di vaniglia e tostatura. Al palato, invece, si distingue per la sua trama fittissima, potente e allo stesso tempo morbida, che prepara ad un lungo e piacevolissimo finale.

Oltre all’Aglianico Cilentano, presso l’Azienda TenutaCobellis vengono allevati anche altri tipi di vitigni, come il Fiano Cilentano, il Greco di Tufo, il Coda di Volpe, il Sangiovese e il Barbera, sia con sistema a Guyot che con sistema a cordone speronato basso.  

 

Blog

RADICI DEL SUD: IL “VIGNA DEI RUSSI” DI TENUTA COBELLIS PREMIATO COME MIGLIORE AGLIANICO DEL SUD

Trionfo per i vini di Tenuta Cobellis alla tredicesima edizione di Radici del Sud, la manifestazione dedicata alla valorizzazione dei vitigni autoctoni del Sud Italia. Premiati l’Aglianico Vigna dei Russi 2013 e l’Eleanico bianco Coda di Volpe 2017. Si è conclusa nel migliore dei modi la prima esperienza di Tenuta Cobellis a Radici del Sud, l’importante …

DAL 5 ALL’11 GIUGNO I VINI DI TENUTA COBELLIS A RADICI DEL SUD

Mentre vi scriviamo è già in corso in questi primi giorni di giugno, presso il Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari (BA), Radici del Sud, il multi-evento dedicato ai prodotti da vitigno autoctono e agli oli extravergini del mezzogiorno d’Italia. Dal 5 all’11 giugno, infatti, i produttori di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia presenteranno i loro …

20-21-22 MAGGIO: TENUTA COBELLIS A NAPOLI PER “VITIGNOITALIA”

Da domenica 20 maggio sino a martedì 22 maggio, si svolgerà a Napoli, presso Castel dell’Ovo, la rassegna VitignoItalia 2018, XIV edizione del Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani.  Domenica 20 maggio, prenderà il via “VitignoItalia 2018“, XIV edizione del Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani, di scena, come di consueto, nel meraviglioso …

Contatti